GSK Infettivologia
Forum Infettivologico
Vertigini
Xagena Mappa

Effetto del plasma ricco di piastrine intra-articolare rispetto all'iniezione di placebo sul dolore e sul volume della cartilagine tibiale mediale nei pazienti con artrosi del ginocchio: studio RESTORE


La maggior parte delle linee guida cliniche non raccomanda il plasma ricco di piastrine ( PRP ) per l'osteoartrosi del ginocchio a causa della mancanza di prove di alta qualità sull'efficacia dei sintomi e della struttura articolare, ma le linee guida sottolineano la necessità di studi rigorosi.
Nonostante ciò, l'uso di plasma ricco di piastrine nell'osteoartrosi del ginocchio è in crescita.

Sono stati valutati gli effetti delle iniezioni intra-articolari di plasma ricco di piastrine sui sintomi e sulla struttura articolare nei pazienti con artrosi del ginocchio mediale radiografica sintomatica da lieve a moderata.

Lo studio clinico randomizzato RESTORE, in due gruppi, controllato con placebo, in cieco, ha arruolato partecipanti dalla comunità ( n=288 ) di età pari o superiore a 50 anni con artrosi del ginocchio sintomatica del ginocchio mediale ( Kellgren e Lawrence di grado 2 o 3 ) a Sydney e Melbourne, in Australia, dal 2017 al 2019.
Il follow-up di 12 mesi è stato completato nel 2020.

Gli interventi hanno comportato 3 iniezioni intra-articolari a intervalli settimanali di plasma ricco di piastrine povero di leucociti utilizzando un prodotto disponibile in commercio ( n=144 partecipanti ) oppure placebo salino ( n=144 partecipanti ).

I 2 esiti primari erano la variazione a 12 mesi dei punteggi medi complessivi del dolore al ginocchio ( scala a 11 punti; intervallo, 0-10, con punteggi più alti che indicavano un dolore peggiore; differenza clinicamente importante minima di 1.8 ) e la variazione percentuale nel volume della cartilagine tibiale valutato mediante risonanza magnetica ( MRI ).

In tutto 31 esiti secondari ( 25 correlati ai sintomi e 6 valutati con risonanza magnetica; differenza clinicamente importante minima non-nota ) hanno valutato il dolore, la funzione, la qualità di vita, il cambiamento globale e le strutture articolari a 2 mesi e/o 12 mesi di follow-up.

Tra i 288 pazienti randomizzati ( età media 61.9 anni; 169 donne, 59% ), 269 ( 93% ) hanno completato lo studio.
In entrambi i gruppi, 140 partecipanti ( 97% ) hanno ricevuto tutte e 3 le iniezioni.

Dopo 12 mesi, il trattamento con plasma ricco di piastrine, rispetto all'iniezione di placebo, ha determinato un cambiamento medio nei punteggi del dolore al ginocchio di -2.1 vs -1.8 punti, rispettivamente ( differenza, -0.4 punti; P=0.17 ).

La variazione media del volume della cartilagine tibiale mediale è stata rispettivamente di -1.4% vs -1.2% ( differenza, -0.2%; P=0.81 ). Dei 31 esiti secondari prespecificati, 29 non hanno mostrato differenze significative tra i gruppi.

Tra i pazienti con osteoartrosi del ginocchio radiografica sintomatica da lieve a moderata, l'iniezione intra-articolare di plasma ricco di piastrine, rispetto all'iniezione di placebo salino, non ha comportato una differenza significativa nei sintomi o nella struttura articolare a 12 mesi.
Questi risultati non supportano l'uso di plasma ricco di piastrine per la gestione dell'osteoartrosi del ginocchio. ( Xagena2021 )

Bennell KL et al, JAMA 2021; 326: 2021-2030

Orto2021 Reuma2021 Med2021



Indietro