Vertigini
GSK Infettivologia
Forum Infettivologico
Xagena Mappa

Esiti di pazienti con metastasi a un singolo linfonodo di tumore orofaringeo correlato al papillomavirus umano trattati con chirurgia transorale


Le metastasi dei linfonodi regionali rimangono un importante fattore prognostico nei pazienti con carcinoma orofaringeo a cellule squamose ( OPSCC ).
Sebbene la sopravvivenza tra i pazienti con metastasi regionali di tumore OPSCC correlato al papillomavirus umano ( HPV ) sia più favorevole rispetto ai pazienti HPV-negativi, le variabili prognostiche associate al fallimento nei pazienti con metastasi a un singolo linfonodo non sono note.

Sono state valutate la recidiva e la sopravvivenza nei pazienti con tumore OPSCC correlato al virus HPV con metastasi a un singolo linfonodo trattati con chirurgia transorale.

È stato condotto uno studio di coorte retrospettivo su 207 adulti con tumore OPSCC p16-positivo di nuova diagnosi e malattia a un singolo linfonodo sottoposti a resezione chirurgica con o senza terapia adiuvante presso due Centri medici accademici dal 2007 al 2016.

È stata praticata chirurgia da sola ( n=59 ), chirurgia con radioterapia adiuvante ( n=75 ) o chirurgia con chemioradioterapia adiuvante ( n=73 ).

L'esito primario era la recidiva regionale. Gli esiti secondari includevano la sopravvivenza globale, qualsiasi recidiva e l'identificazione dei fattori associati alla recidiva regionale e alla sopravvivenza globale.

Su 207 pazienti, 178 ( 86% ) erano uomini, con un'età media di 57 anni al momento dell'intervento.
Il follow-up mediano è stato di 36.2 mesi.

La recidiva regionale si è verificata in 11 pazienti ( 5% ). Di questi, 1 ( 9% ) è stato perso al follow-up dopo la diagnosi, 1 ( 9% ) è stato trattato con chemioterapia palliativa e 9 ( 82% ) sono stati trattati con intento curativo.

Infine, 7 pazienti hanno ricevuto un trattamento di salvataggio con successo e 3 sono deceduti per malattia.

Complessivamente, ci sono stati 21 pazienti ( 10% ) con qualsiasi recidiva, di cui 4 ( 19% ) con recidiva locale, 11 ( 52% ) con recidiva regionale e 6 ( 29% ) con metastasi a distanza.

La sopravvivenza globale a 5 anni è stata del 95% per tutti i pazienti.

Età avanzata ( odds ratio, OR, 1.2 ), stadio T avanzato ( OR, 3.5 ), e margini positivi ( OR, 10.9 ) sono stati associati a una maggiore recidiva regionale.
Estensione extra-linfonodale ( OR, 0.2 ), dimensione dei linfonodi maggiore di 3 cm ( OR, 0.2 ) e terapia adiuvante ( OR, 0.08 ) sono state associate a una diminuzione della recidiva regionale.

Comorbilità avanzate ( hazard ratio, HR=6.20 ), invasione linfovascolare ( HR=4.7 ) e recidiva regionale ( HR=16.0 ) sono state associate a una ridotta sopravvivenza globale.

I risultati di questo studio di coorte suggeriscono che i pazienti con carcinoma orofaringeo a cellule squamose correlato al virus HPV e malattia di un singolo linfonodo, sottoposti a resezione chirurgica con o senza trattamento adiuvante, hanno un'eccellente sopravvivenza.
La terapia adiuvante sembra migliorare il controllo regionale.
Tra i pazienti con recidiva regionale di tumore orofaringeo a cellule squamose, c'è un alto tasso di successo del trattamento di salvataggio. ( Xagena2021 )

Chen SY et al, JAMA Otolaryngol Head Neck Surg 2021; 147: 16-22

Oto2021 Onco2021 Inf2021 Chiru2021



Indietro