Xagena Mappa
Medical Meeting
Reumabase.it
Xagena Salute

Ruolo delle esotossine di Staphylococcus aureus e delle IgE nella patogenesi della poliposi nasale


Recenti studi hanno indicato che Staphylococcus aureus secerne esotossine che possono fungere da superantigeni e up-regolare la regione variabile beta dei linfociti nella sinusite iperplastica cronica con poliposi nasale.

È stato compiuto uno studio prospettico con lo scopo di aggiungere ulteriori informazioni per correlare la presenza di specie di stafilococco e l'up-regolazione della regione V ( beta ) sia dei linfociti dei polipi nasali sia dei linfociti del sangue periferico.

Inoltre, l’ipersensibilità mediata dalle IgE dirette contro queste esotossine produce un meccanismo immunologico indipendente aggiuntivo nella up-regolazione della risposta infiammatoria nella parete laterale del naso nella poliposi nasale.

Sono stati prelevati i polipi nasali da 38 pazienti con sinusite iperplastica cronica con poliposi nasale. Tra tutti i pazienti, 11 sono stati studiati per la correlazione tra esotossina di specie stafilococciche e la regione beta variabile dei linfociti sia dei polipi nasali che del sangue periferico. Inoltre 8 ulteriori pazienti con sinusite iperplastica cronica con poliposi nasale sono stati studiati per l’immunità locale e sistemica mediata da IgE diretta contro le esotossine di Staphylococcus aureus.

La citometria a flusso è stata utilizzata per analizzare il repertorio V ( beta ) di linfociti CD3 positivi derivati dai polipi di 11 pazienti.

Lo Staphylococcus aureus è stato isolato da 9 pazienti, e Staphylococcus coagulasi negativo è stato isolato da 2 pazienti in cui era possibile isolare dai loro polipi nasali almeno 1x10(6) cellule T.

È stata effettuata un'analisi quantitativa delle IgE per studiare i livelli di questa immunoglobulina diretta contro le esotossine di Staphylococcus aureus sia nel polipo nasale che nei linfociti del sangue periferico di 11 pazienti, e nel muco nasale e nel siero di 8 pazienti supplementari.

Complessivamente 11 pazienti hanno avuto espansione clonale delle cellule T V ( beta ).
L’esotossina di Staphylococcus aureus ha up-regolato la corrispondente regione V ( beta ) dei linfociti sia nelle cellule T dei polipi nasali che nelle cellule T del sangue periferico in 9 pazienti, e 2 pazienti con Staphylococcus coagulasi negativo hanno anche dimostrato la up-regolazione della regione V ( beta ) nei polipi nasali, in assenza di esotossine.

In 1 paziente, l’esotossina è stata isolata in vivo, fatto correlato con l’isolamento in vitro dall’organismo stesso. Le IgE dirette contro l’enterotossina stafilococcica B e la tossina della sindrome da shock tossico erano significativamente elevate nei sieri di pazienti con sinusite iperplastica cronica con poliposi nasale ( p inferiore a 0.0001 ) rispetto al siero di soggetti sani di controllo associati per età; le IgE dirette contro l’enterotossina stafilococcica A e B ( p=0.0047 ) erano significativamente elevate nel muco di 8 pazienti con sinusite iperplastica cronica con poliposi nasale rispetto al muco nasale di controlli sani.

In conclusione, questo studio ha aumentato la comprensione del ruolo potenziale delle esotossine di Staphylococcus aureus quando si comportano come superantigeni nella parete laterale del naso in caso di sinusite iperplastica cronica con poliposi nasale.
Inoltre, le IgE locali nasali attive nei confronti di queste esotossine possono creare un’infiammazione allergica locale nella parete laterale del naso. Questi due meccanismi immunologici sono indipendenti, ma possono essere additivi nel processo infiammatorio durante sinusite iperplastica cronica con poliposi nasale. ( Xagena2010 )

Bernstein JM et al, Laryngoscope 2010; Epub ahead of print


Inf2010



Indietro